Prince Harry and Meghan Markle going to church at Sandringham on Christmas Day 2017 (photo by Mark Jones)

Il primogenito di Meghan ed Harry ha già la forza di un gigante

 

Il nascituro di Casa Windsor
di Luisanna Tuti

Mentre sembra che la Brexit abbia svuotato le boutiques di Londra (la Old Bond Street, la via più lussuosa della città è deserta) gli inglesi sono fiduciosi che il figlio/a di Megan ed Harry porti nelle casse dello Stato circa 1,4 miliardi di sterline.

Si dice che il piccolo “Royal Sussex”, soprannominato così dalla stampa britannica, sia già nato/a, ma il segreto è gelosamente custodito tra le mura del castello, ben celato anche ai sudditi, di cui si temono i pettegolezzi. Probabilmente solo la famosa “doula” che Megan ha voluto assumere sfidando  la volontà della Regina, (che non ha mai ammesso estranei nella sala parto dei reali), saprà la verità.

Comunque stiano le cose, questo bambino/a, non ancora nato/a,  si calcola che porterà un bell'aiuto all'economia del Paese, a rischio recessione per l'addio all'Europa.

Cartoline, t-shirt, tazzine, bicchierini, poster, riviste, fiori, tutto è già pronto per andare in stampa non appena sarà reso ufficiale il lieto evento.

Tutta l'Inghilterra sta scommettendo sul sesso, sul nome, sul luogo dove il futuro erede vedrà la luce.

Una domanda circola tra i sudditi: Kate e William parteciperanno ai festeggiamenti che seguiranno questa nascita così inconsueta per la Real Casa?

Sembra infatti che i malumori tra le famiglie dei due rampolli prediletti da Elisabetta, non siano nati tra le cognate, bensì abbiano origini più lontane. Infatti pare che Harry non abbia gradito l'invito del fratello maggiore di  riflettere sull'opportunità di sposare Megan, americana, di colore, divorziata. Da quel momento, i rapporti tra i due si sono improvvisamente raffreddati e quello che sembrava un legame indissolubile, reso più vincolante dal dolore tanto profondo per la perdita dell'adorata madre Diana, si sia  dissolto in una calda mattina di aprile quando Harry ha impalmato l'amata Megan.

Di  certo, in seguito,  non hanno giovato i “caratterini” delle due sposine: Kate, bellissima ed algida come si conviene ad una futura regina e Megan,  capricciosa e insofferente alle regole di corte che fa di tutto per portare il marito ad accettare il suo modo di vivere, alquanto disinvolto e lontano dai rigidi protocolli della casa reale.

Ora è il popolo inglese che “sta alla finestra” a guardare cosa succederà.

In realtà i britannici, sempre divisi tra amore ed odio verso la monarchia, si lasciano prendere da una strana euforia quando si tratta di accogliere e festeggiare un evento e, dimenticando i costi  della real casa che gravano sul Paese e che vengono sottolineati  tutto l'anno dai media, si riscoprono affascinati dai loro monarchi. Riconoscono infatti che questi avvenimenti sono un toccasana per l'economia della nazione (nel 2013 il piccolo Baby George, primogenito di Kate e William movimentò circa 240milioni di sterline; la principessina Charlotte 75milioni ed il principino Louis circa 54milioni).

Il mistero che avvolge la primogenitura di Harry e Megan sembra stia giovando al Regno Unito molto di più ed i sudditi, (stupiti e confusi), riconoscenti ringraziano.

Stampa

Italian Media s.r.l. - via del Babuino 107, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d'uso e usa cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso all’utilizzo di questi strumenti. Si rimanda alla nostra privacy policy per maggiori informazioni e per la possibilità di negare il consenso.