Guillermo del Toro vincitore del Leone d'oro (foto di Gage Skidmore)

The Shape of Water di Del Toro vince il Leone d'Oro

#Venezia74: i premiati
di Lorenza Rallo

Come ogni anno la 74esima Mostra del Cinema di Venezia lascia il segno e per questa nuova edizione ha deciso di farlo premiando il genere fantasy del regista Guillermo Del Toro, che ha portato al lido la sua ultima opera The Shape of Water, grazie alla quale ha conquistato l'ambito Leone d'oro. Del Toro è il primo regista messicano ad aver vinto il Leone d'oro per il Miglior Film e nei momenti concitati della vittoria ha deciso di dedicare il suo premio ai colleghi registi sudamericani.



La giuria della sezione ufficiale, capitanata dall'attrice Annette Bening, anche quest'anno ha adempiuto completamente al suo dovere. Secondo l'attrice americana, Venezia è stata l'occasione per celebrare il miglior cinema che arriva da ogni parte del mondo.
Così il Leone d'argento per la migliore regia è stato affidato a Xavier Legrand per il film Jusqu'a la garde. Il film francese ha ricevuto anche il premio Leone del futuro grazie alle tematiche trattate nel film, come quelle relative alla violenza familiare.
La Coppa Volpi come miglior attore è stata consegnata a Kamel El Basha interprete del film The Insult diretto da Ziad Doueiri, il regista libanese di rientro a Beirut è stato arrestato con l'accusa di collaborazionismo con il nemico israeliano. Mentre la Coppa Volpi per la Migliore attrice è andata all'emozionatissima, nonostante l'età, Charlotte Rampling per il film Hannah.
Il Gran Premio della giuria va a Foxtrot di Samuel Maoz, che racconta le disastrose conseguenze della guerra. Il regista, otto anni fa, aveva vinto il Leone d'oro per Lebanon, dalle tematiche simili.
Il western australiano, Sweet Country di Warwick Thornton, che è un costante richiamo al cinema di Sergio Leone si è aggiudicato il Premio speciale della giuria.
Mentre il Premio per la migliore sceneggiatura è andato a Tre Manifesti a Ebbing, Missouri e il Premio Marcello Mastroianni per l'attore emergente è stato consegnato all'appena diciottenne Charlie Plummer, interprete del film Lean on Pete.
Grandi soddisfazioni anche per la sezione Orizzonti, dove il premio per miglior film è stato assegnato al film Nico, 1988 diretto dalla regista italiana Susanna Nicchiarelli, che racconta la seconda parte della vita della cantante tedesca. Tra gli altri premi Orizzonti: miglior sceneggiatura è stato assegnato a Los versos del olvido di Alireza Khatami; miglior attore è andato a Navid Mohammaddzadeh per l'interpretazione in Bedoune Tarik, bedoune Emza, film che ha ricevuto anche il premio per la migliore regia a Vahid Jalivand; mentre come migliore attrice è stata premiata Lyna Khoudri per il film Les bienheureux.
Il premio speciale della giuria Orizzonti è stato assegnato al documentario Caniba, che racconta la storia vera di antropofagia di Verena Paracel e Lucien Castaing-Taylor.
Molti consensi positivi ha ricevuto anche il padrino di questa edizione, Alessandro Borghi che è riuscito ha condurre le serate di apertura e di chiusura in modo fluido e capace anche di catturare l'attenzione dello spettatore. Durante la cerimonia di chiusura ha anche ricordato il regista italiano Claudio Caligari, con il quale ha lavorato nel film Non essere cattivo, presentato fuori concorso alla 72esima edizione della Mostra e nominato agli Oscar come Miglior film straniero.
Tra le novità di questa 74esima edizione della Mostra del Cinema anche dei premi dedicati alla Realtà Virtuale che sono stati assegnati al film Arden's Wake di Eugene YK Chung, come Miglior VR, a La camera insabbiata come Miglior Esperienza VR e Blodless come Miglior Storia.
Anche questa edizione della Mostra del cinema di Venezia si è conclusa e ha portato con se grandi e importanti soddisfazioni per il panorama cinematografico internazionale. Spenti i riflettori sul red carpet veneziano si pensa già alla prossima edizione.

Stampa

Italian Media s.r.l. - via del Babuino 107, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d'uso e usa cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso all’utilizzo di questi strumenti. Si rimanda alla nostra privacy policy per maggiori informazioni e per la possibilità di negare il consenso.