From: http://mariashriver.com/finding-the-light-in-the-cracks-3-4/ 17/06/2017

Una boccata di gossip

Maria Shriver: una rosa di colore bianco
di Luisanna Tuti
Maria Shriver nel 2010 Di lifescript - http://www.flickr.com/photos/35560790@N03/5118650925/, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=14803096

Il 6 novembre 1955, da Eunice Kennedy e Sargent Shriver, nasceva a Chicago (Illinois), la piccola Maria.
Rampolla di “cotanta” stirpe si presagiva per lei un futuro fortunato e, soprattutto, agiato. Sua madre era infatti figlia del potente imprenditore ed uomo politico Joseph Patrick Kennedy e di Rose Fitzgerald, figlia del sindaco democratico di Boston. Inutile poi sottolineare, nella scena politica mondiale, l'importanza dei fratelli John e Robert, zii della bambina.
Fin dall'infanzia Maria manifestò un carattere vivace e particolarmente curioso che ben presto la spinse ad intraprendere la carriera giornalistica. Dopo essere stata data in pasto alle agenzie di stampa, durante un volo nell'aereo utilizzato per la campagna presidenziale dal padre, candidatosi Vice Presidente degli Stati Uniti nel 1972, la giovane mostrò grande interesse per il giornalismo televisivo (come afferma nel suo libro Dieci cose che avrei voluto sapere per affrontare il mondo).
La sua notorietà crebbe soprattutto quando nel 1977, in occasione di un torneo di tennis a casa della madre, Maria, bella, sportiva, intelligente, colta, conobbe l'aitante, ambizioso, corteggiato divo hollywoodiano, Arnold Schwarzenegger.

Maria Shriver e Arnold Schwarzenegger. Di gail mrs gray - Schwarzenegger vor Terminator-3-Premiere, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=11722780

Arnold, nonostante fidanzatissimo e convivente da anni con una ragazza, sostenne di essere libero e disponibile per una relazione seria. Fu introdotto ufficialmente in casa Kennedy e questo fu il primo passo per il suo riscatto di giovane, un po' rozzo, nato a Thal (Austria) in una famiglia molto povera. Il suo successo di “macho palestrato”, ottenuto in molti film, non era sufficiente a colmare la sua bramosia di successo: doveva avere anche una donna importante al suo fianco.
Il 26 aprile 1986 la coppia convolò a nozze a Hyannis (Massachussetts).
Dalla loro unione sono nati quattro figli: Katherine Eunice; Christina Maria; Patrick Arnold; Christopher Sargent.
Nonostante i gravosi impegni familiari, la Shriver per anni ha condotto con successo varie edizioni di notiziari della NBC, ma nel 2003 si concesse un allontanamento non retribuito dall'emittente televisiva, per seguire la campagna elettorale di suo marito. Fu di grande sostegno all'attore, che lei descriveva pubblicamente uno stupendo padre ed un meraviglioso compagno di vita. Nel novembre 2003 Schwarzenegger fu eletto 38° Governatore della California e Maria ne divenne la First Lady.
Nel 2007 tornò al piccolo schermo come conduttrice temporanea di un talk show della CNN, ma nel 2008 si licenziò per produrre un documentario su suo padre.
Innumerevoli attività in favore delle donne hanno contribuito a fare di lei una paladina dei diritti al femminile, sostenuta ed osannata da migliaia di fan.
Nel 1997, durante un periodo di vacanza con i figli, Maria lasciò suo marito a casa perché trattenuto da impegni di lavoro. In quel periodo con loro viveva una governante, Patty Baena, che, in assenza della famiglia, riempì gli spazi vuoti del povero Arnold, che finì per metterla incinta. Le comprò una casa e la allontanò, pur mantenendo economicamente il piccolo. Nel 2011 Maria scoprì il tradimento fino ad allora sapientemente tenuto nascosto dal marito e ne scaturì un divorzio che occupò le copertine dei giornali di tutto il mondo.
Arnold dichiarò pubblicamente il suo pentimento, ma Maria fu irremovibile e, dopo 25 anni, il matrimonio fu dichiarato “concluso”.
Maria continua la sua carriera di scrittrice e giornalista, ottenendo molti riconoscimenti da Accademie e Fondazioni e, nel 2004, le è stata dedicata anche una rosa dal colore bianco e dall'intenso profumo di agrumi: la rosa Maria Shriver.

Finding the Light in the Cracks
(In cerca della luce tra le crepe)
I’m choosing to focus on the examples of love that I see because they reinforce my belief in humanity. They inspire me to work harder, do more and focus on hope.
(Scelgo di concentrarmi sugli esempi di amore che vedo perché rafforzano la mia fede nell'umanità. Mi ispirano a lavorare più a fondo, a fare di più e a concentrarmi di più sulla speranza).

Stampa

Italian Media s.r.l. - via del Babuino 107, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d'uso e usa cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso all’utilizzo di questi strumenti. Si rimanda alla nostra privacy policy per maggiori informazioni e per la possibilità di negare il consenso.