La love story degli asini

Antosia e Napoleon
di Simona Peroni

Dire “sei sensibile come un asino!”, oggi potrebbe esser un complimento. Infatti è accaduto che, nello zoo di Poznam (in Polonia) alcune madri ‘benpensanti’, si sono lamentate con una funzionaria del giardino zoologico poiché una coppia di asini, custoditi nello stesso recinto, si erano lasciati andare ad effusioni molto affettuose fino all’accoppiamento, davanti ai loro figli. “Non sia mai detto!” avrà di certo esclamato la zelante impiegata Lidia Dudziak, più che conservatrice. Con argomenti - dal suo punto di vista - ben motivati ha convinto il direttore a separare i poveri Antosia e Napoleon (così si chiamano i due asinelli) che sono stati immediatamente allontanati e collocati in recinti differenti. Ben presto gli animali hanno dato segni di grande sofferenza, rifiutando il cibo e restando immobili per ore.
La storia ha acquistato grande rilievo sui media, non solo locali, ma anche nazionali. Si è mosso il popolo di Facebook (animalisti e non), raggiungendo ben presto 100mila firme che chiedevano a gran voce il ricongiungimento dei due innamorati. Sono state anche pubblicate foto di Antosia e Napoleon e loro simili negli atteggiamenti per cui erano stati separati. “La natura va considerata un fatto normale, i cui stimoli non distinguono gli uomini dagli animali”, tuonavano i sostenitori della ricongiunzione.
I Telegiornali hanno iniziato ad interpellare i vertici politici: “si è arrivati ad un tale livello di assurdità” - dichiarava il portavoce di Legge e Giustizia, partito cui faceva riferimento la signora Dudziak, che si è ben guardato di prenderne le parti - “che non voglio sapere niente di tutto questo!!”
Antosia e Napoleon sono di nuovo insieme e certo continueranno la loro love story che in 10 anni  li  ha visti diventare genitori di ben 6 cuccioli!

Stampa

Italian Media s.r.l. - via del Babuino 107, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d'uso e usa cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso all’utilizzo di questi strumenti. Si rimanda alla nostra privacy policy per maggiori informazioni e per la possibilità di negare il consenso.