Libri: la recensione breve di Valerio Calzolaio

Claudio Baglioni. Un cantastorie dei giorni nostri (1967-)
Copertina: Claudio Baglioni. Un cantastorie dei giorni nostri (1967-2018)

Autore:
Paolo Jachia
Titolo:
Claudio Baglioni. Un cantastorie

dei giorni nostri (1967-2018)

Editore: Frilli
Uscita: 2018 
Pagine: 175
Prezzo: € 12,90

Ordina su Amazon

 

Claudio Enrico Paolo Baglioni è nato a Roma il 16 maggio 1951. La sua prima canzone, inedita e leggendaria, risale al 1967. La carriera artistica inizia nel 1969 quando il padre Riccardo firma il contratto con la RCA, lui è ancora minorenne. Il primo 45 giri appare nel 1970, “Signora Lia”, storia di tradimenti. Poi realizza 5 album fino al 1975, uno l’anno (con coautore Antonio Coggio), altri tre da “Solo” nei Settanta, 2 negli Ottanta, 3 nei Novanta, ancora 3 fino ad adesso, complessivamente circa 200 canzoni, una trentina di album (anche live e compilation), qualche migliaio di concerti, qualche milione di dischi venduti; il più venduto risulta “La vita è adesso” (1985), un milione e mezzo di copie, forse in assoluto il più venduto tra gli italiani. “Claudio Baglioni” è un agile volume che, in ordine cronologico, racconta in dettaglio la produzione musicale del direttore artistico di Sanremo 2018 (non una biografia), scritto dal docente e musicologo Paolo Jachia (Milano, 1958).

 

v.c.

Stampa

Italian Media s.r.l. - via del Babuino 107, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d'uso e usa cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso all’utilizzo di questi strumenti. Si rimanda alla nostra privacy policy per maggiori informazioni e per la possibilità di negare il consenso.