Libri: la recensione breve di Valerio Calzolaio

Le mani su Parigi
Copertina: Le mani su Parigi di Dominique Manotti

Autore:
Dominique Manotti
Editore:
Sellerio 2017
Pag.: 243
Prezzo: € 14
Prima ed. it.
Tropea 2007
Orig. Fr.
“Nos fantastiques
anneés fric”
Traduz.:
Daniele Barzaghi

Parigi, giugno e autunno 1985. Da due mesi Noria Ghozali fa la recluta precaria nel XIX arrondissement. Di origine maghrebina, ha compiuto 19 anni, è sola, senza vizi, tutto medio, figura minuta, corpo teso, viso paffuto e lunare, colorito opaco, occhi neri, capelli corvini con la crocchia. Non sa guidare, fotografare, interrogare. Si imbatte in un caso più grande di lei: contrabbando di missili agli iraniani grazie a uomini e servizi della repubblica mitterandiana, con contorno di droga, prostituzione, vita e morte d’alta società. Il principale responsabile è il sessantaquattrenne lionese Francois Bornard, filoatlantico e anticomunista, donnaiolo e drogato, commerciante con paesi emergenti, vecchio amico e consigliere personale del Presidente all’Eliseo. Bellissimo “Le mani su Parigi” di Dominique Manotti, in terza varia al presente, ben documentato, orchestrato, aromatizzato. Daquin appare. Consigliato a parigini di oggi, affinché studino.

v.c.

Stampa

Italian Media s.r.l. - via del Babuino 107, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d'uso e usa cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso all’utilizzo di questi strumenti. Si rimanda alla nostra privacy policy per maggiori informazioni e per la possibilità di negare il consenso.