Libri: la recensione breve di Valerio Calzolaio

La mossa del cavallo
Copertina: La mossa del cavallo di Andrea Camilleri – Sellerio

Autore:
Andrea Camilleri
Titolo:
La mossa del cavallo
Editore: Sellerio
Pagine: 259
Prezzo: € 14,00
Uscita: 2017

Vigàta e Montelusa. 1 settembre – 15 ottobre 1877. Politica e mafia, una farsa tragica ai tempi della tassa sul macinato. Giovanni Bovara, nato a Vigàta, cresciuto a Genova (e ligure ormai parla) torna nella provincia natale come ispettore capo di molini (il macinato). È il successore di colleghi finiti male e nell’occhio di vari crimini e illeciti, trappole e beffe, sarebbe proprio meglio non vedere i mulini clandestini degli evasori. A meno che non giochi bene a scacchi e non conosca “La mossa del cavallo”. Il bel romanzo del grande Andrea Camilleri, fra rievocazione storica e trasmutazione in chiave ironica, ebbe una prima edizione nel 1999, una seconda edizione nel primo “Meridiano” (ove fu corretto un errore temporale dell’autore segnalato da un lettore) esce ora nella gloriosa collana “La memoria”. Segnalo i riferimenti letterari del “Catalogo dei sogni”, l’ultimo capitolo, fra i quali Hammett.

v.c.

Stampa

Italian Media s.r.l. - via del Babuino 107, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d'uso e usa cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso all’utilizzo di questi strumenti. Si rimanda alla nostra privacy policy per maggiori informazioni e per la possibilità di negare il consenso.