Libri: la recensione breve di Valerio Calzolaio

Stivali di gomma svedesi
Copertina: Stivali di gomma svedesi di Henning Mankel – Marsilio

Autore:
Henning Mankell
Titolo:
Stivali di gomma svedesi
Editore: Marsilio
Pagine: 427
Prezzo: € 19,50
Trad.:
Andrea Stringhetti e
Laura Cangemi

Un arcipelago di sperdute isole, baie, isolotti e persone del mar Baltico, a sudest di Stoccolma. Autunno, qualche anno fa. Barba lunga occhi infossati capelli spettinati, dal 1991 l’allora 55enne Fredrik Welin si è ritirato lì, da eremita ateo. Prima faceva l’elegante chirurgo ortopedico, fino alla catastrofe della sua vita. Ne abbiamo conosciuto vita e primo periodo nel capolavoro di Henning Mankell “Scarpe italiane” del 2006 (Marsilio, 2008). Ora la sua casa sta bruciando, fugge con roulotte, piccola barca e due stivali da piede sinistro. Si capiranno i misteri di quello e altri incendi, nessuno potrà risolvere quello della solitudine, ultimo magnifico romanzo (Antibes, marzo 2015) di un grande maestro, “Stivali di gomma svedesi”, scomparso il 5 ottobre 2015 a 67 anni.

v.c.

Stampa

Italian Media s.r.l. - via del Babuino 107, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d'uso e usa cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso all’utilizzo di questi strumenti. Si rimanda alla nostra privacy policy per maggiori informazioni e per la possibilità di negare il consenso.