Libri: la recensione breve di Valerio Calzolaio

Breve diario di frontiera
Copertina di: Breve diario di frontiera di Gazmend Kapllani – Del Vecchio

Autore:
Gazmend Kapllani
Titolo: Breve diario
di frontiera
Editore: Del Vecchio
Uscita: 2015
(Originale 2009)
Pagine: 192
Prezzo: €15,00
Traduz.:
Maurizio De Rosa

Frontiera Albania-Grecia. Il suo paese è povero e totalitario, a scuola gli insegnanti devono spiegare che sono un popolo “eletto”, nessuno può sperimentare il “mondo-oltre-i-confini”, i soldati uccidono gli aspiranti fuggiaschi. L’albanese Gazmend Kapllani viveva a Lushnjë, non lontano dalle spiagge adriatiche; studiava con profitto, sa le lingue; il padre era violento, lo picchiava spesso. Quando cade il regime nel 1991 a piedi raggiunge la frontiera greca, inizia la sua vita di migrante forzato, di “senza patria” in un campo profughi; la realtà è diversa dalla fantasia. Qui la racconta, vita terribile, narrazione magnifica. Spiega la sindrome delle frontiere, sogna un mondo senza stranieri ed espatriati, solo liberi migranti. Un reportage ironico e arguto il “Breve diario di frontiera”. Gazmend alla fine si è tolto dai guai, si è laureato, è ricercatore, insegna. L’originale (in greco) è del 2006, consigliato a chiunque legge le cronache contemporanee.

v.c.

Stampa

Italian Media s.r.l. - via del Babuino 107, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d'uso e usa cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso all’utilizzo di questi strumenti. Si rimanda alla nostra privacy policy per maggiori informazioni e per la possibilità di negare il consenso.