Milano. Renzi interviene alla VII Conferenza Italia – America Latina e Caraibi. Immagine tratta dal video dell’intervento. https://www.youtube.com/watch?t=35&v=bB9mI9oA3yc

All’EXPO l'Italia incontra l'America

Per un vero progresso rispettiamo le risorse
di Giorgio Castore

Lo scorso 13 giugno a Milano, nella straordinaria cornice dell’EXPO, si è conclusa la VII Conferenza Italia-America Latina e Caraibi con un successo diplomatico dovuto in gran parte alla tenacia di un uomo, Donato Di Santo, coordinatore (a.h.) (*) della Conferenza ed al sostegno politico ed istituzionale del Sottosegretario agli esteri Mario Giro.
Grande parte del successo va riconosciuta anche all’Ambasciatore Giorgio Malfatti, Segretario Generale dell’Istituto Italo Latino-Americano, un organismo internazionale intergovernativo con sede a Roma di cui sono membri l’Italia e le venti repubbliche dell’America Latina.
Il successo dell’iniziativa è dovuto ad una serie di fattori, a cominciare dalla scelta della sede dell’evento, l’EXPO di Milano, misurato dal livello di partecipazione istituzionale (**) e dai risultati ottenuti, a cominciare dalla trasformazione in “permanente” della Conferenza.
L’appuntamento della VII Conferenza è stato definito dal Premier Matteo Renzi, nel suo intervento di saluto ai partecipanti, “significativo e rilevante”, qualcosa in più di una semplice accoglienza, qualcosa che tiene insieme Italia ed America Latina: un ideale che le accomuna, proprio nel momento in cui, finite le ideologie, si sente forte la necessità di qualcosa che ci tenga uniti. Appunto un ideale. Necessario per combattere nel modo più giusto la fame e la povertà con una Partnership tra uguali nel momento in cui l’ubriacatura tecnocratica dell’Unione Europea segna il passo per lasciare spazio alla scommessa sul capitale umano, a partire dalla scuola: l’accesso ad essa segna il punto di partenza per la riduzione delle disuguaglianze.
L’altro grande appuntamento del mondo è quello con la Madre Terra, le cui risorse non vanno sfruttate, ma utilizzate, punto di partenza per i prossimi appuntamenti con l’ONU a settembre ed a Parigi con il COP21 a dicembre per puntare alla riduzione delle emissioni e del riscaldamento globale.
Gran parte dei temi affrontati da Renzi si riflette nel documento conclusivo della VII conferenza.


(*) Donato Di Santo

Politico. Dal 2006 al 2008 Sottosegretario agli Esteri nel secondo governo Prodi con delega all’America Latina. Ama ricordare (a.h.= ad honorem) che ha svolto la sua attività di organizzatore della VII Conferenza senza alcun compenso.

 

(**) Hanno preso parte all’evento:

I presidenti di Honduras, Juan Orlando Hernandez, Colombia, Juan Manuel Santos, Bolivia, Evo Morales Ayma, la Vice Presidente di Panama, Isabel de Saint-Malo de Alvarado,

Erano presenti a Milano per altri eventi anche i presidenti del Messico, Enrique Peña Nieto e dell'Ecuador, Rafael Correa.

Alla VII Conferenza hanno anche partecipato i rappresentanti di governo Mauro Luiz Vieira, Ministro degli Esteri, Brasile; Hector Timerman, Ministro degli Esteri, Argentina; Carlos Raul Morales Moscoso, Ministro degli Esteri, Guatemala; Rodolfo Nin Novoa, Ministro degli Esteri, Uruguay; Calixto Ortega Rios, Vice Ministro degli Esteri, Venezuela; Ricardo Patiño, Ministro degli Esteri, Ecuador; Vanessa Rubio Marquez, Sottosegretaria agli Esteri, Messico; Hugo Martinez Bonilla, Ministro degli Esteri, El Salvador; Eladio Loizaga Caballero, Ministro degli Esteri, Paraguay; Julio Eduardo Martinetti Machedo, Vice Ministro degli Esteri, Perù; Samuel Santos Lopez, Ministro degli Esteri, Nicaragua; Nathaniel Williams, Rappresentante, Saint Vincent e Granadine; June Soomer, Rappresentante, Saint-Lucia; Abelardo Moreno Fernandez, Vice Ministro degli Esteri, Cuba; Edgardo Riveros; Vice Ministro degli Esteri, Cile; John Sandy, Rappresentante, Trinidad e Tobago; Manuel Gonzalez Sanz; Ministro degli Esteri, Costa Rica; Eldred Bethel, Rappresentante, Bahamas; Rappresentante, Haiti.

 

(***) 

Stampa

Italian Media s.r.l. - via del Babuino 107, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d'uso e usa cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso all’utilizzo di questi strumenti. Si rimanda alla nostra privacy policy per maggiori informazioni e per la possibilità di negare il consenso.