Barletta: il castello. Di Achille83 - Opera propria, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=5713839

L'economia digitale parte da:

“Digithon” a Barletta
di Luisanna Tuti

Dal 23 al 26 giugno, tra i castelli di Barletta e di Trani, nelle vecchie segherie di Bisceglie, si è tenuta “DigithON”, rassegna di quattro giorni dedicata all'economia digitale e alle moderne tecnologie.
Credo che nessuno possa negare come le nuove tecniche abbiano contribuito a cambiare la nostra vita e le nostre abitudini. “Fino ad oggi l'Italia e UE hanno rincorso gli Stati Uniti e l'Oriente poiché non siamo riusciti ad interpretare la rivoluzione in atto. Con DigithON vogliamo creare un ponte tra il nostro Mezzogiorno, gli USA, la Cina e tutti i Pesi emergenti, simboli della rivoluzione digitale. Vogliamo fare in modo che un ragazzo, una start up, che ha un'idea valida, possa realizzarla anche qui, partendo dal nostro Sud” ha dichiarato Francesco Boccia, fondatore e presidente della rassegna. “Il proposito di questo evento è quello di stabilire un appuntamento fisso che possa consentire ai nostri giovani di esprimere il loro talento e la loro creatività nel nostro Paese, senza dover andare con il cappello teso a cercare fortuna dall'altra parte dell'oceano” ha aggiunto Boccia a conclusione della sua relazione.
“La Giustizia al tempo del digitale”; “La rivoluzione della musica e il fenomeno Youtubers”; “Chi finanzia le idee?”; “Perché andare negli Stati Uniti per poi tornare”, questi sono solo alcuni degli argomenti trattati dalle molte personalità arrivate a Barletta in rappresentanza della RAI, di Mediaset, delle Banche e di varie testate giornalistiche.
Monica Maggioni, Fedele Confalonieri, Lucia Annunziata, Barbara Carfagna, Giovanni Minoli, Antonello Piroso, Andrea Pezzi e numerosi altri hanno partecipato alla discussione degli argomenti e alla scelta dei tre progetti migliori.
Ciò che tutti ci auguriamo è che possa veramente essere un'apertura per i nostri “geni” che, da sempre, sono stati costretti ad espatriare per mancanza di mezzi e di interesse; per tutti quei ragazzi che hanno visto “mortificare” la loro creatività, poiché nessuno ha creduto nelle loro idee.
Vorrei esprimere la mia personale felicità nella scelta della “location”: Barletta. Questa ridente cittadina pugliese, pigra e silente, che ha visto contaminare le sue tradizionali iniziative come la “Giornata Mondiale del Lavoro a Maglia in Pubblico” o “C.A.GI. in piazza” giochi di gruppo e attività ludiche per famiglie, da un evento così insolito e travolgente. Quelle graziose stradine che costituiscono solo parte dell'ingente patrimonio storico-culturale che si può trovare nascosto dietro quei muri di pietre e mattoni, per quattro giorni hanno visto sfrecciare frettolose auto blu che accompagnavano tanti personaggi illustri. Agli antichi stili gotico-romanico-medievale, quest'anno si è aggiunto il “tecnologico”, così avanzato, studiato, con i suoi PC, tablet, e portatili che, ci auguriamo, abbiano ben armonizzato con portali e facciate di quegli eleganti palazzi. Con quelle tele, oggetti liturgici, affreschi, volte a capriata che sempre hanno costituito un'attrazione culturale dell'accogliente Barletta.
Ci auguriamo che quelle strade che hanno visto transitare giovani guerrieri diretti alla conquista della Terra Santa, siano per questi “moderni Crociati” una via aperta, affinché possano esprimere al meglio il loro talento, nel loro Paese, che, finalmente, sta facendo qualcosa di realmente valido.

Dove dormire a Barletta

Il Bed and Breakfast Il Giardino del Tè (Tel +39 0883 888224 / +39 329050042) offre spaziose camere e mini appartamenti con terrazzo arredati con gusto e circondati da uno splendido giardino di fiori, piante ornamentali, ulivi e frutteti. Si trova in aperta campagna, lontano “dal frastuono del mondo”. Il centro di Barletta è tuttavia raggiungibile in auto in pochi minuti. Dispone di aria condizionata, WiFi gratuito, un parcheggio privato e una bella veranda dove viene servita la ricca colazione. I prezzi sono contenuti: La camera uso singola da €55,00, la doppia da € 80,00, la mini-suite da €105,00 .

Dove mangiare

La piccola e semplice trattoria Il Calamaro (Tel +39 0883883577) si trova in Piazza Marina a pochi passi dal lungomare e dal Castello Svevo. Le specialità sono ovviamente i frutti di mare e pesce fresco, serviti sui tavoli disposti all’esterno nella bella piazza con vista sulla settecentesca Porta Marina. Prezzi contenuti.

Stampa

Italian Media s.r.l. - via del Babuino 107, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d'uso e usa cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso all’utilizzo di questi strumenti. Si rimanda alla nostra privacy policy per maggiori informazioni e per la possibilità di negare il consenso.