Foto Visual ITA ORIZZ LOGHIl

Alla scoperta di:

Il Salone del Gusto e Terra Madre
di Clio Morichini

Un viaggio incredibile alla scoperta del cibo, dell’agricoltura familiare, della biodiversità e della sostenibilità alimentare, quello che si prospetta al Salone del Gusto e Terra Madre 2014, dal 23 al 27 Ottobre a Torino, giunto quest’anno alla sua decima edizione.
Sono passati dieci anni, infatti, da quando, nel 1996, Slow Food decise di lanciare il Salone e porre attenzione per la prima volta alle piccole realtà agricole e alimentari. Nacque lo stesso anno anche l’Arca del Gusto che, dal lontano 1996 ad oggi, ha raccolto prodotti alimentari in via d’estinzione provenienti da tutto il pianeta, nel tentativo di salvaguardarli e di sostenere anche coloro che li producono. I prodotti a bordo dell’Arca oggi sono 2000, provenienti da 60 paesi e Carlo Petrini ha lanciato una sfida: far salire il numero a 10 000.
Cosa ci sarà dunque nell’edizione 2014?
Ecco qualche numero: 80 000 i metri quadrati di allestimento, 3 i padiglioni dedicati alla cultura gastronomica dello stivale. Al Mercato (anima dell’evento) saranno presenti oltre 1000 espositori provenienti da più di 100 paesi. I Presìdi Slow Food italiani saranno 200  mentre quelli internazionali saranno 120, provenienti da 50 Paesi. I Prodotti dell’Arca del Gusto saranno più di 1000 da oltre 60 Paesi e verranno presentati nell’Oval, il padiglione che racconta la diversità del mondo.
L’Enoteca vanterà più di 1000 etichette tra vini biologici e biodinamici e, per gli appassionati, sarà possibile prenotarsi per la presentazione della guida SlowWine 2015, accompagnata da un’importante degustazione per scoprire la storia enologica del nostro paese.
Grande novità di quest’anno è nel Padiglione 5 del Lingotto che sarà dedicato all’educazione e alla didattica del gusto. Ci sarà una Scuola di Cucina dove seguire passo dopo passo la nascita e la conclusione di un piatto, i Laboratori del Gusto per scoprire i quattro angoli del pianeta, la Fucina Pizza&Pane con i maestri panettieri e pizzaioli dell’Università di Scienze Gastronomice e l’area Mixology, dedicata all’arte del cocktail.
Inoltre, per concludere, ci saranno anche gli Appuntamenti a Tavola in cui chef stellati e non proporranno cene di alta gastronomia in varie location sparse per la città.
Per gli appassionati, si terranno 12 lectio magistralis tenute da esperti e studiosi del settore, oltre a proiezioni di film e spettacoli e molte attività dedicate alle famiglie e ai bambini.
La lista di eventi al Salone del Gusto è infinita. Basti sapere che gli appuntamenti su prenotazione saranno 225 e gli chef presenti, tra laboratori, show di cucina e cene oltre 70. Insomma, ce n’è per tutti e noi ci saremo.
E, per chi volesse contribuire, Slow Food vi invita a portare un prodotto alimentare in via d’estinzione all’Arca del gusto, con la speranza che un’altra piccola porzione del nostro pianeta possa essere salvaguardata.

Stampa

Italian Media s.r.l. - via del Babuino 107, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d'uso e usa cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso all’utilizzo di questi strumenti. Si rimanda alla nostra privacy policy per maggiori informazioni e per la possibilità di negare il consenso.