Motoscafo della guardia costiera delle Maldive, foto di Mass Communication Specialist 2nd Class Daniel Barker
 

Popolazione brutalizzata dal regime negli atolli paradiso

 

Maldive: un corto circuito tropicale

 

di Diego Grazioli

 

Dici Maldive e pensi ad uno dei paesi più belli del pianeta, con i suoi atolli bagnati da acque cristalline che lambiscono strisce di sabbia dal colore bianco accecante. Un paradiso dunque, o quasi. Da qualche tempo, grazie anche al lavoro di giornalisti coraggiosi, come il fotoreporter Francesco Zizola o la freelance Francesca Borri, autrice del libro-reportage “Ma quale Paradiso?”, da questo arcipelago da cartolina, stanno emergendo testimonianze agghiaccianti sulle condizioni di vita della popolazione, brutalizzata quotidianamente da uno dei regimi più autoritari del mondo. Dei circa 350mila abitanti, più di un quarto vive nella sovraffollata capitale Male’, una sorta di prigione a cielo aperto, praticamente inaccessibile ai turisti, senza un parco, un luogo di svago o di divertimento. Dove si aggirano bande di disperati che obnubilano le proprie disgrazie con mix di sostanze stupefacenti o sniffando colla, la droga dei poveri. Per non parlare dell’alcol, bandito completamente nella capitale dalla legislazione di matrice strettamente islamica, ma abbondantemente servito nei bar dei resort per turisti che affollano le isole dell’arcipelago. Anche la polizia a Male’ è praticamente assente, se non per le retate a caccia di oppositori del regime o di giovani coppie, punite con durezza, sempre a causa della legge ispirata alla Sharia, se sorprese a copulare fuori dal matrimonio. ...

Giornali, foto di associazione carta Roma

Equilibri difficili nel governo,irrisolta la sindrome pd

di Roberto Mostarda

Giornali, foto di associazione carta Roma

Vige ancora tanta instabilità tra i rapporti politici ed economici, che mettono l'Italia in un'eterna condizione di stallo

Stampa

Un Hornet della forze armate USA mentre sgancia bombe MK-83, foto della Marina Militare degli Stati Uniti

La realpolitik giustifica traffici commerciali e politiche amorali

di Roberto Savio

Il governo spagnolo fa marcia indietro: a fronte del ricatto economico di Riad conferma la fornitura delle bombe all'Arabia Saudita, malgrado i sospetti che vengano utilizzate nella guerra contro i ribelli dello Yemen.

Stampa

Il diktat europeo

Draghi e Moscovici richiamano l’Italia all’ordine

di Gianluca Di Russo

Dopo i moniti e le raccomandazioni del commissario europeo per gli affari economici, ora arriva anche il diktat del presidente della BCE

Stampa

Raimondo Bucher con una Rolleiflex dotata di scafandro autocostruito (Foto di Pubblico Dominio)

Pilota di caccia, inventore, grande subacqueo, archeologo

di Antonello Cannarozzo

 Raimondo Bucher, una figura eccezionale, fuori dal comune, reso celebre grazie a Robot, la prima macchina fotografica per immersione

Stampa

Libri: la recensione di Valerio Calzolaio

Con Senti la sua pelle, Peter Swanson si confronta con una storia di intrecci di vite raccontata in terza persona, in un mix di dinamiche emotive ed episodi noir

Stampa

L’aeroporto di Mitiga è stato recentemente chiuso a causa di combattimenti dei miliziani a Tripoli

A fatica verso la data delle elezioni

di Giorgio Castore

Le parti coinvolte nella ricerca di una strada capace di affrontare i nodi del problema non sembrano ancora in grado di adempiere ai contenuti delle rispettive azioni e dichiarazioni

Stampa

In questo numero il Focus della redazione

I più visti dell’ultima settimana

Iscriviti alla nostra Newsletter
Email

Nome:

Cognome:


• Privacy e Termini di Utilizzo

Italian Media s.r.l. - via del Babuino 107, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d'uso e usa cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso all’utilizzo di questi strumenti. Si rimanda alla nostra privacy policy per maggiori informazioni e per la possibilità di negare il consenso.