The Shape of Water – La forma dell’acqua di Guillermo Del Toro (2017)
 

Una favola romantica che lega due mondi diversi 

 

The Shape of Water

 

di Lorenza Rallo

“Quando mi guarda non pensa che io sia incompleta. Mi vede per quello che sono”. ​Con The Shape of Water Guillermo Del Toro fa di nuovo centro e ci catapulta in un magico mondo fatto di acqua, dove grazie alla sua sapienza registica (Il labirinto del fauno) riesce a costruire una favola romantica ricca di sentimento, con richiami al cinema del passato. La storia è ambienta in America alla fine della Guerra Fredda, dove in un laboratori aerospaziale lavora la protagonista Elisa (Sally Hawkins) alle prese con una creatura marina (Doug Jones). Elisa, una donna muta ma che ci sente benissimo, è l’unica ad avvicinare senza timore il “mostro”, per il quale trova un’attrazione particolare. Lei, che sulla terra si sente un “pesce fuor d’acqua”, perchè comunica solo a gesti, è la sola che riesce a comprendere lo stato di disorientamento della creatura marina. Trasferisce a lui le sue emozioni e i suoi sentimenti attraverso la musica e i gesti, linguaggi universali, grazie ai quali riescono a comunicare. Ogni loro sguardo ed ogni loro gesto, ci fa dimenticare l’assenza delle parole, colmando il vuoto del silenzio. Tutto ciò non fa altro che intensificare il loro sentimento, che supera ogni barriera fisica e concettuale. L’opera di Del Toro ha come sfondo la società americana di inizio anni ’60, caratterizzata dalla conquista dello spazio e la lotta per i diritti civili. Per questo motivo il film può essere considerato una metafora dell’alterità, che nella pellicola si esprime come paura dell’altro. Altro inteso come qualcosa di diverso dall’uomo e in quanto tale minaccia per l’uomo stesso. L’altro, in questo caso si identifica nella figura del mostro marino, ma non solo anche Elisa, la sua collega di colore Zelda (Octavia Spencer) e il vicino omosessuale Giles (Richard Jenkins) sono considerati “diversi”. Dal contrasto di genere (umano – marino) nasce il desiderio dell’altro...

 

caccia F-16, foto di National Interests, creative commons.

Escalation nel conflitto siriano

di Diego Grazioli

caccia F-16, foto di National Interests, creative commons

La crisi siriana ha compiuto un pericoloso salto di qualità. L'abbattimento del caccia israeliano da parte delle forze lealiste sponsorizzate da Mosca rischia di far precipitare il conflitto in una dimensione internazionale.

Stampa

Senato della Repubblica, fonte Flickr

E’ l’incertezza la chiave di interpretazione nello scenario del dopo voto

di Roberto Mostarda

Un sottile dubbio serpeggia tra le accuse, le urla, gli slogan che con il passare dei giorni si fanno sempre più corrivi in questa non campagna elettorale in un paese confuso e in apparenza senza rotta.

Stampa

Festival di Sanremo 2018 (Foto di Filippo Busolini – Flickr)

Rivoluzione dei ruoli nella conduzione del popolare festival

di Lorenza Rallo, Giacomo Sorrentino e Massimo Predieri

#Sanremo2018 di Claudio Baglioni con Michelle Hunziker e Favino, si è stato un vero successo. A vincere Meta e Moro con il brano Non mi avete fatto niente, mentre tra i giovani trionfa Ultimo con Il ballo delle incertezze.

Stampa

La nave Toscana durante l’abbandono di Pola, foto di G.Poso, Pubblico dominio

Dieci febbraio, il giorno del ricordo

di Giorgio Castore

“La congiura del silenzio” dal Giorno del Ricordo del 10 febbraio 2007 così definita dall’allora Presidente Giorgio Napolitano a quella del 2018.

Stampa

Chiesa abbandonata (Foto di Tama66 – Pixabay)

Ogni mese, in silenzio, sparisce in Italia una parrocchia

di Antonello Cannarozzo

La Chiesa, tra il 2012 e il 2016, ha visto riconosciute 46 nuove parrocchie, ma sono state escluse per cessata attività, ben 101 di esse. Si conta la chiusura di circa 1 chiesa al mese per mancanza di fedeli e di preti.

Stampa

Sciatrice, PublicDomainPictures / 18042 immagini, CC0 Creative Commons

Moda: abiti, accessori e dintorni.

di Luisanna Tuti

Gli sci: da attrezzi sportivi a fenomeno di tendenza. Scopriamo l’origine e l’evoluzione dei nostri ‘amici per la neve’.

 

Stampa

Libri: la recensione di Valerio Calzolaio

Fuori dal paese di Travenì viene trovato un cadavere senza occhi
coperto di brina e vicino a un totem fatto con gli abiti insanguinati della vittima. Chi sarà stato l’artefice di questo atroce delitto?

Stampa

In questo numero il Focus della redazione

 
Un miliardario su Marte
Iscriviti alla nostra Newsletter
Email

Nome:

Cognome:


• Privacy e Termini di Utilizzo

Italian Media s.r.l. - via del Babuino 107, Roma, c.a.p. 00187, p.IVA 09099241003, edita il settimanale Italiani con registrazione al Tribunale di Roma n. 158/2013 del 25.06.2013 - email: info@italianmedia.eu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.
Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza d'uso e usa cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione si presta implicitamente il consenso all’utilizzo di questi strumenti. Si rimanda alla nostra privacy policy per maggiori informazioni e per la possibilità di negare il consenso.